• selvaggia wild

6 passaggi per imparare dalle nostre emozioni negative

Aggiornato il: 29 mar 2019


A nessuno piace sentirsi arrabbiato, impaurito o inadeguato. Eppure le emozioni negative sono inevitabili e anzi caratterizzano il nostro essere umani. La maggior parte delle persone tende a voler reprimere o evitare le emozioni che creano disagio, ma paradossalmente se esse vengono represse si amplificano. Se vi può aiutare ricordatevi che solo due tipologie di persone non provano emozioni negative: gli psicopatici e i morti! Vorrei, in questo breve articolo, farvi vedere le emozioni negative sotto un'altra luce e fornirvi sei passaggi su come usarle. Allora vi chiedo. E se invece queste emozioni negative fossero dei messaggeri che cercano di comunicarci delle informazioni importanti? Le informazioni potrebbero, ad esempio, servirci per poter prendere delle decisioni oppure aiutarci a dare delle priorità. Penso che bisognerebbe ascoltare il messaggio che ci vogliono dare ricordandoci però che non sempre hanno ragione, cioè non sempre bisogna prendere la direzione da loro indicata. Andrebbero ascoltate ed incorporate nel nostro comportamento come leva per ottimizzare le nostre decisioni. Vediamo un po'.

Va da se che saper gestire le emozioni può aiutarci a migliorare la nostra performance ed ottenere più serenità mentale. Può promuovere l'abilità di abbracciare lo sconforto e spingerci ad andare oltre la nostra zona di comfort per diventare mentalmente resilienti e psicologicamente inespugnabili. Ci può aiutare a superare quello che ci fa paura. Ok tutto molto bello ma come fare? Ecco qui i passaggi.



1) Identificare quello che proviamo

Molte persone non sanno neanche quello che provano veramente. Ad esempio quando ci sentiamo tristi in realtà potremmo sentirci feriti oppure quando ci sentiamo respinti potremmo in realtà provare un senso di perdita. Quindi è importante sapere esattamente quello che proviamo.

2) Riconoscere ed apprezzare

Pensare che ogni emozione ha un messaggio per noi, e quindi esserle riconoscente.

3) Diventare curiosi

Dovremmo chiederci: quale sarà il messaggio che questa emozione mi vuole trasmettere?

4) Rassicurarci sul fatto che riusciremo a gestirla

Ricordiamoci tutte quelle volte che abbiamo già provato quell'emozione e di come l'abbiamo positivamente gestita in passato. Molte persone hanno la tendenza a dimenticare le vittorie passate.

5) Essere sicuri che che riusciremo a gestire questa emozione anche in futuro

Visualizziamoci mentre gestiamo quell' emozione in futuro 3 o 4 volte. Questo è importante perchè così il nostro cervello sa che ce la farà. Il cervello non è in grado di distinguere tra qualche cosa che immaginiamo vividamente e qualche cosa che succede nella realtà. Basta pensare a quando facciamo quei sogni così vividi che ci sembrano realtà.

6) Agire e cambiare

Se per esempio ci sentiamo rifiutati, pensiamo a cosa avremmo potuto fare di diverso in quell'occasione. Magari se avessimo migliorato la nostra comunicazione saremmo stati in grado di mostrare più efficacemente quello che provavamo e quindi evitare il rifiuto. E allora in futuro cercheremo di migliorare il nostro modo di comunicare. Questo è solo un esempio specifico ma credo renda l'idea! Inoltre il cambiamento e il 'fare' insegna al nostro cervello a trarre piacere. Insegnare nuove cose al nostro cervello può quindi aiutarci a stare meglio anche su un piano emotivo.




Molti di voi penseranno che questo sia un po' riduttivo, mica siamo dei robot! Avete ragione, ma penso anche che siamo esseri spirituali con un sistema di filtraggio (cervello). A volte il nostro cervello ci impedisce di ottenere quello che più vogliamo. Quindi è importante sapere come funziona ed aiutarlo.

Ricapitolando. Le emozioni negative sono inevitabili, meglio allora ascoltarle e chiederci quale messaggio ci vogliono fornire. Per fare ciò provare a seguire i sei passaggi sopra elencati. Cerchiamo di essere più compassionevoli con noi stessi. E' stato provato che chi è auto-compassionevole sa prendersi migliore cura di se stesso, si esperimenta di più, è capace di prendere la vita con più leggerezza, se fallisce si rialza più rapidamente, è più onesto e più forte. Nel prossimo articolo spiegherò i messaggi che alcune emozioni negative stanno cercando di darci. Alla prossima!

  • Facebook
  • YouTube

Via Guido D'Arezzo 35 Roma

Via Tortona 33 Milano

+39 339.6428080

selvaggiawild@gmail.com

Skype Dr.ssa Selvaggia Wild

©2020 Selvaggia Wild