LA SCARPA CHE VA BENE AD UNA PERSONA STA STRETTA AD UN'ALTRA. NON C'E' RICETTA DI VITA CHE VADA BENE PER TUTTI. C.G. JUNG

PSICOTERAPIA

CHE COS'E' LA PSICOTERAPIA?

La psicoterapia è una forma di terapia basata sulla parola. Lo strumento usato è il colloquio, tramite il quale si viene aiutati ad esprimere stati d’animo, sensazioni, emozioni (a volte anche quelle acquisite nell’infanzia) che hanno a che fare con pensieri e comportamenti considerati inadeguati. Lo scopo della psicoterapia è quello di aiutare la persona a raggiungere una maggiore consapevolezza su come sostenere le difficoltà che la vita presenta. Inoltre la psicoterapia cerca di aiutare la persona a costruire un’immagine di sé diversa è più ricca. La psicoterapia è utile nel risolvere difficoltà relazionali, problemi emotivi e situazioni stressanti.

CHE COS'E' LA PSICOTERAPIA PSICODINAMICA?

La psicoterapia psicodinamica è una forma di terapia che incoraggia la persona a descrivere ed esprimere in parole i sentimenti e i vissuti. Il terapeuta cerca di aiutare la persona a guardare gli aspetti contraddittori, i problemi e tutte quelle cose difficili da riconoscere o da capire. Ecco di seguito una lista che ci può aiutare meglio a capire che cosa fa nella pratica il terapeuta psicodinamico:

  • da molta importanza agli affetti e alle emozioni

  • esplora come la persona ha gestito fino adesso i pensieri e le emozioni disturbanti

  • identifica i pattern ricorrenti

  • discute l’esperienza passata

  • guarda da vicino le relazioni interpersonali (amicizia, famiglia..)

  • cura la relazione terapeutica

  • esplora le le fantasie e la vita immaginativa

La psicoterapia psicodinamica è utile per affrontare ansia, disequilibri fra lavoro e vita privata, problemi relazionali (divorzi, separazioni, scelta di partner sbagliati, gelosia, problemi coniugali) isolamento, bassa autostima, traumi, depressione, lutti.

PER ESSERE AGGIORNATO SU ARTICOLI, RITIRI E ALTRO...
 

COME SO CHE HO TROVATO IL TERAPEUTA ADATTO A ME?

Il primo incontro con un terapeuta può essere vissuto con preoccupazione. Ecco delle linee guida per decidere se la persona che vi dovrà aiutare è quella giusta per voi. Ci sono due criteri fondamentali che solo voi siete in grado di giudicare. Come prima cosa dovete trovarvi bene con la persona che avete davanti. La simpatia e la fiducia sono le prime cose che un terapeuta vi deve dare. La seconda cosa è quella di vedere se uscendo dalla prima seduta vi sentite meglio. Se queste due cose non sono presenti cambiate terapeuta. Secondo uno studio (Okiishi, 2003) un terapeuta dovrebbe fare le seguenti cose:

  • saper instaurare e costruire una relazione

  • concordare all’inizio della terapia uno o più obbiettivi da raggiungere

  • non usare gergo tecnico

  • dare suggerimenti solo quando richiesti

  • lasciarsi coinvolgere dal vostro problema ma rimanere obbiettivo

  • non credere che la terapia debba necessariamente essere dolorosa

  • dare appoggio quando emergono sensazioni dolorose

  • essere in grado di aiutare a sviluppare le proprie abilità (le vostre non quelle del terapeuta!)

  • aiutare a sfruttare e a sviluppare le risorse che già possedete

  • tenere conto degli effetti che la terapia può avere sulla vostra vita e sulle persone a voi care

  • essere in grado di rilassarsi profondamente e di insegnare

  • essere in grado di pensare alle difficoltà e ai problemi in modo nuovo e costruttivo

  • proporvi il minimo di sedute necessarie

  • incoraggiare la fiducia in voi stessi (promuovere autonomia ed indipendenza)

 

Lo psicoterapeuta non dà consigli. L’obbiettivo del terapeuta è di farvi riscoprire la vostra voce, le vostre priorità e di aiutarvi a trovare il coraggio per agire su esse!

IL SEGRETO PROFESSIONALE

Quello che accade in seduta è vincolato dal segreto professionale. Ci sono due circostanze per le quali tale segreto potrebbe essere parzialmente modificato (sempre con il vostro consenso): se richiesto da un giudice (obbligo di denuncia) oppure per gravi pericoli di vita (la vostra o quella di terzi).

COSA ACCADE NELLA STANZA DI TERAPIA?

Una seduta di psicoterapia va considerata come spazio e tempo dedicato a noi stessi. Durante la seduta abbiamo la libertà di parlare di ciò che ci accade nella vita di tutti i giorni. Il terapeuta accoglie quello che noi decidiamo di portare e ci aiuta a capire come mai ci succedono certe cose piuttosto che altre.